logo

Contact

Via Appia Antica,
224, 00179 Roma, Italy
Email: reservations@yourdomain.com
Phone: +88 (0) 101 0000 000

side-area-cards

Follow us

maggio dei monumenti

Maggio dei Monumenti 2019 a Napoli.

Maggio dei monumenti è uno degli eventi più significativi è importante di Napoli. Quest’anno giunge alla XXV edizione dal titolo significativo “Il diritto alla felicità”.
Un programma ricco di iniziative, in grado di soddisfare le esigenze di tutti i napoletani e i turisti che da tutta Italia e non solo giungono in questo periodo nella città di Napoli.
Reading, concerti, spettacoli teatrali e di guarattelle, conferenze, mostre, convegni e visite guidate, sono solo alcune delle attività previste per questo mese.
Il vasto programma di eventi nasce dalla collaborazione di importanti enti culturali della città: l’Università degli studi di Napoli Federico II, l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, l’Institut Français di Napoli, la Biblioteca Nazionale di Napoli, il Teatro di San Carlo, l’Istituto Italiano per gli Studi Storici “Benedetto Croce”, la Società Napoletana di Storia Patria, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, il Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli, il Museo Civico Filangieri di Napoli, Palazzo Zevallos di Stigliano, il Certame Vichiano tra gli altri.

Le mostre in programma per Maggio dei Monumenti sono tantissime, qui alcune tra le più interessati da non perdere.

Per la prima volta al Pan, Palazzo delle Arti Napoli uno degli eventi espositivi che ha registrato il maggior numero di visitatori, la mostra di Escher.
Questa mostra oltre a comprendere le opere iconiche del grande artista olandese, comprende un’ampia sezione dedicata all’influenza che il suo lavoro e le sue creazioni hanno esercitato sulle generazioni successive.
Tra le più importanti opere che hanno reso Escher celebre in tutto il mondo ci sono la
Relatività, il Vincolo d’unione, la Metamorfosi II e il Giorno e notte
che in occasione della mostra partenopea sono stati affiancati ad opere inedite realizzate dall’artista durante un suo viaggio lungo la Costiera Amalfitana.
Napoli in questa occasione ha deciso di rende omaggio a Muhammad Ali, icona sportiva del XX secolo famosa in tutto il mondo. La mostra è composta da una raccolta di oltre 100 immagini fotografiche che colgono Ali in situazioni e momenti fondamentali della sua vita sportiva e non solo.
Il Pan ospita questa interessantissima mostra è in una delle sale del museo è allestita una palestra con al centro un ring al centro del quale viene proiettato un video che raccoglie spezzoni dei combattimenti più significativi di Ali.
Muhammad Ali non è solo un’icona sportiva ma è conosciuto anche per la sua lotta per i diritti civili dei neri americani e dell’integrazione.
Mercoledì 8 maggio sarà presente alla mostra un altro grande sportivo che nella sua carriera ha guadagnato importanti titoli, campione olimpico a Mosca nel 1980 e campione del mondo WBA, il pugile napoletano Patrizio Oliva.
Al Convento di San Domenico Maggiore è in programma il Gate, progetto espositivo di Caterina Arciprete, artista partenopea che attraverso una raccolta di immagini e poesie mostra un mondo contemporaneo spogliato dai confini stabiliti dall’uomo.
Altra mostra interessante è quella di Filippo Felaco, composta da 100 blocchi di ceramica che raccontano i volti e aspetti di Napoli. Ci sono blocchi dedicati a San Gennaro altri con le maschere variopinte dai colori sgargianti di pulcinella, i numeri della tombola, i corni, la fortuna e la superstizione.
Dal 16 maggio fino a fine giugno sarà presentata la mostra fotografica di Marisa Laurito, artista a 360° gradi che dopo la sua partecipazione al docufilm sulla Terra de Fuochi “I segreti di Pulcinella”.
La mostra nasce con l’idea di denunciare attraverso una raccolta di foto l’opera umana che riversa rifiuti altamente pericolosi mettendo in pericolo la salute di tutti i cittadini.
Inoltre Marisa Laurito vuole dimostrare come il popolo partenopeo nonostante tutto ha ancora voglia di vive e di lotta contro un grande disastro, l’inquinamento.
Organizzata dall’Associazione Nartwork, Irrealtà Visibile, la mostra che cerca di dare forma e sostanza alle emozioni, pensieri e idee nascoste in una società dove conta apparire più che mostrare ciò che si ha dentro.
Questa mostra è composta da diverse opere appartenenti a differenti artisti italiani che hanno voluto mostrare attraverso le loro opere la loro parte più profonda.

Prenota ora il tuo soggiorno
nel cuore di Napoli

You don't have permission to register
Hai bisogno di aiuto?